Treccia pistacchio e cioccolato

Era da tanto che volevo farla in più adoro avere le mani in pasta, sentire il profumo dell’impasto, vederlo lievitare, inondare la casa di aromi che si sprigionano in cottura e ancora di più adoro mangiare i lievitati appena sfornati. Una treccia semplice e dal gusto speciale. Perfetta per la colazione o la merenda, apprezzata da grandi e piccini. Una treccia profumatissima e golosa.

4

Ingredienti

  • 300 gr farina 00
  • 200 gr farina manitoba
  • 160 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 200 gr latte
  • 100 gr burro
  • 7 gr lievito di birra
  • 3 cucchiaini abbondanti di pasta di pistacchio
  • 2 cucchiaini rasi di sale
  • gocce di cioccolato fondente q.b.
  • granella di zucchero
  • un po’ di latte per lucidare

Nell’impastatrice mettere le farine, lo zucchero, le uova, il lievito sciolto in un po’ di latte e iniziare a velocità moderata aggiungendo poco per volta il resto del latte. Aumentare la velocità e quando l’impasto sarà incordato aggiungere la pasta di pistacchio un cucchiaino per volta, facendo incordare bene prima di aggiungerne altra. Aggiungere poi, un po’ per volta, il burro sempre facendo incordare bene prima di aggiungerne altro. Quando sarà incordato, aggiungere il sale. Far lavorare l’impasto fino a quando non avrà acquistato elasticità e tirandolo formerà un velo.

SAM_7093

Mettere l’impasto a lievitare in una ciotola chiusa in una busta per alimenti. Quando l’impasto sarà triplicato, dividerlo in tre strisce, appiattirle, cospargerle con gocce di cioccolato e arrotolare bagnando le estremità con un po’ di acqua in modo che restino ben sigillate.

SAM_7104

Formare la treccia e metterla a lievitare in forno con la lucetta accesa (temperatura 29°)

SAM_7107

Meglio si sarà sviluppata la prima lievitazione, più veloce sarà la seconda e più il lievitato acquisterà morbidezza.

Spennellare la superficie con del latte e cospargere con granelli di zucchero.

Cuocere in forno a 170° per 20/30 minuti circa.

Cuocendo l’impasto perderà il colore verdognolo dato dalla pasta di pistacchio, ma resterà il suo sapore 😉

2

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
More from sciuesciue

Uova pizzate

Le uova pizzate sono un’idea diversa per servire la pizza o le...
Read More

6 Comments

  • giurin giurello che questa è semplice 😉 devi solo iniziare a prendere confidenza con gli impasti lievitati….magari potresti iniziare adesso così per Pasqua sarai pronta per una bella colomba 😀

  • Ciao Clara,
    ieri ho voluto cimentarmi con la treccia, ma non sapevo che la lievitazione sarebbe stata cosi lunga. alla fine era mezzanotte quando avrei dovuto comporre la treccia, ma non ci riuscivo, così ho optato per una ciambella! E’ venuta enorme e informe, ma il gusto era strepitoso! avevo anche un po di pistacchi tritati e li ho aggiunti alle gocce di cioccolato, buonissimo!!! Prometto che lavorerò sulla forma, ma il successo è stato travolgente! Chissà, magari per Natale riesco pure a provarci col pandoro!
    grazie ancora!
    Sarah

    • Ciao Sarah!!! Che gioia sentirti felice per la treccia 🙂 Sono proprio contenta che vi sia piaciuta! Per il pandoro vai tranquilla, se hai bisogno di una mano chiedi pure. Non è poi così difficile, bisogna solo capire quando l’impasto è perfettamente incordato. Il procedimento non è lungo, mezz’ora o poco più per la lavorazione, per il resto fa tutto da solo perché è una questione di lievitazione.. Devi solo studiare bene i tempi 😉

      • FANTASTICO!
        allora potrei provarci anche io…lo stampo lo avevo comprato un paio di anni fa, ma poi mi ero scoraggiata dopo un paio di clamorosi flop 🙁
        vorrà dire che ci proverò ancora 🙂
        ora cerco la tua ricetta, da come la descrivi sembra facile 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.