Lasagna napoletana

La lasagna napoletana, rigorosamente al singolare, è il piatto tipico che noi prepariamo il Martedì di Carnevale. E’ molto diversa dalla lasagna che prepara il resto d’Italia 😉 Non ci va besciamella, il ragù deve essere quello napoletano, le polpettine fritte sono fondamentali e soprattutto la pasta che si usa non è pasta all’uovo. La nostra lasagna è di semola, lunga e stretta, riccia ai lati e la si può trovare con l’interno liscio o a righe. Qui per la lasagna napoletana ho usato le lasagne ricce rigate; così viene è più simpatica 😀 Non è un piatto leggero per niente, né veloce e semplice, ma si dovrebbe preparare una volta all’anno quindi si può fare. Ovviamente la si trova sulle tavole napoletane anche in altre ricorrenze importanti o la Domenica (che qui è sacra, quasi come una ricorrenza importante), ma comprendo la difficoltà e la lunghezza della preparazione. Solitamente preparo tutto il sabato (ebbene sì, anche io non la preparo solo per il Carnevale 😀 ), sia il ragù che l’impasto per le polpettine che poi friggo alla domenica mattina per la disperazione di chi sta ancora dormendo… Napoli la Domenica mattina odora di fritto già dalle 8:00 😀 chi frigge polpette, chi melanzane, chi zucchine… vi lascio immaginare chi poi si sta svegliando come si sveglia… affamato! Per questo consiglio di fare qualche polpettina in più, tanto ve ne ruberanno parecchie 😀

lasagna napoletana

Due piccole annotazioni

  • Volendo la si può preparare il giorno prima, metterla in frigo per poi infornarla l’indomani.
  • Si può congelare; dopo averla preparata e a patto che tutto sia freschissimo, soprattutto la carne, invece di infornarla la si infila nel congelatore. La sera prima di quando volete cuocerla, la passate in frigo e al mattino la troverete pronta per la cottura.

 

Lasagna napoletana

Ingredienti per 9 porzioni abbondanti

  • 500 gr di lasagna riccia
  • 500 gr di ricotta fresca
  • 500 gr di fiordilatte
  • 500 gr di polpettine fritte
  • 5 salsicce al ragù
  • ragù napoletano q.b.
  • formaggio grattugiato

lasagna

  1. Condire la ricotta con un po’ di ragù.
  2. Mescolare fino a quando diventa una crema omogenea.
  3. Aggiungere il fiordilatte a pezzetti fatto colare per una notte intera in frigo.
  4. Lessare la pasta al dente*, aggiungendo nell’acqua un po’ di olio, così che la pasta non si incolli. Versare del ragù in una teglia da 8 porzioni. Stendere alcune strisce di pasta, senza sovrapporle troppo. Condire con abbondante formaggio grattugiato.
  5. Aiutandosi con un cucchiaio, stendere parte della la ricotta condita, aggiungere poi parte delle polpettine e delle salsicce tagliate a pezzetti.
  6. Ricoprire con un po’ di ragù e poi con altre strisce di pasta. Ripetere nuovamente l’operazione fino a terminare con solo pasta, ragù e abbondante formaggio grattugiato.

lasagna3

Infornare a 180° per circa un’ora e lasciare riposare in forno la lasagna. Va servita tiepida e asciutta. Quindi se necessita di riposo prima di essere servita, bisogna lasciarla nel forno per qualche oretta. Poi eventualmente si riscalda.

lasagna napoletana

* Per lessare la pasta, si usa una teglia rettangolare un po’ altina e lunga almeno poco più della pasta stessa. In questo modo la pasta non si rompe.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tags from the story
, , , ,
More from sciuesciue

Patatine fritte, salsicce e provola

Preparo spesso le patatine fritte, salsiccia e provola per una cena da...
Read More

16 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.