Gugelhupf

Il Gugelhupf è una sorta di torta alta a pasta lievitata morbidissima che proviene da vari paesi europei tipo Germania, Svizzera, Austria… La ricetta che ho seguito è quella di Paoletta del blog Anice & Cannella, anche se ho fatto delle modifiche negli ingredienti e nella lavorazione. Questo dolce vorrebbe uvetta e arancia candita in pezzi, ma l’uvetta mi mancava e i canditi in pezzi qui non piacciono. E’ così soffice che sembra quasi un pandoro, magari lavorandoci su, con gli aromi giusti potrebbe anche diventare un pandoro non sfogliato.

3

Ingredienti per stampo alto con capacità di 2 litri di acqua

  • 300 gr di farina manitoba W 400
  • 150 gr di burro
  •  85 gr di zucchero
  •  10 gr di lievito di birra fresco
  • 50 gr di latte
  • 75 gr di acqua
  • 2 uova intere + 2 tuorli
  • 25 gr di uvetta sultanina o gocce di cioccolato
  • 25 gr di arancia candita a pezzettini
  • 5 gr di sale
  • buccia di 1 arancia grattugiata
  • 1 cucchiaino di miele
  • 30 gr di pasta di arancia candita

Ore 21

Preparare un poolish con il lievito sciolto nell’acqua, i 75 gr di farina ed il cucchiaino di miele. Lasciarlo riposare per 40 minuti, coperto.

Ore 21:45

Quando il poolish sarà bello gonfio, metterlo nella planetaria con frusta K insieme a 200 gr di farina, due uova ed il latte. Incordare ed aggiungere il sale. Aggiungere poi un tuorlo e metà dello zucchero, incordare nuovamente e aggiungere l’altro tuorlo con l’altra metà dello zucchero. Aiutarsi con i 25 gr di farina rimasti per raggiungere l’incordatura. Quando l’impasto sarà nuovamente incordato, aggiungere il burro freddo poco per volta, lasciando incordare sempre prima di aggiungerne altro. In fine aggiungere la buccia di arancia grattugiata e la pasta di arancia. Lasciare lievitare per 45 minuti in una ciotola coperta con pellicola e poi mettere a riposare tutta la notte in frigo.

Ore 8:00

Sgonfiare leggermente l’impasto e riporlo su una superficie imburrata. Fare le pieghe del tipo 2, ribaltare l’impasto e serrare bene. Ungere lo stampo con il burro e inserire l’impasto con la parte delle pieghe alla base, facendo un buco al centro dell’impasto.

Lasciare lievitare in un posto al chiuso e non freddo (io l’ho messo nel microonde, in modo che non potesse entrare aria).

Quando l’impasto avrà raggiunto il bordo, infornare a 180° statico per circa 45 minuti, coprendo la superficie con della stagnola quando avrà preso colore.

1

Per il raffreddamento Paoletta consiglia di posizionarlo in orizzontale sullo sportello del forno e far roteare lo stampo ogni 5 minuti. Io ho lasciato raffreddare così com’era nello stampo, ma mi si è seduto un po’.

Conservare il dolce in una busta per alimenti chiusa fino al giorno dopo, quando avrà raggiunto il momento in cui i sapori si sprigionano del tutto. Decorare con zucchero a velo prima di servire.

2

 

Print Friendly, PDF & Email
Tags from the story
, , , ,
More from sciuesciue

Cioccolato nocciolato

  Cioccolato nocciolato Visto che tra un po’ si torrona, vi propongo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.